Temporali inconsolabili.
“Scrivi.” mi hai detto un giorno.
E io sprofondai nel terrore. Scrivere è terribile, scrivere è spogliarsi, mostrarsi, riversare le proprie interiora su un foglio. Scrivere mi avrebbe fatto piangere, e io non volevo piangere. Ma vedi? Ora scrivo, e fa sempre male, ma fa anche bene. Tu mi hai insegnato che non bisogna ragionare troppo, che devo lasciar fluire via le parole e non c’è un modo giusto. Mi hai insegnato che se mentre scrivo mi viene da piangere, allora ho imboccato la strada giusta.

La zattera della Medusa, Théodore Géricault

Adoro questo dipinto. Per chi non lo sapesse, Alessandro Baricco si è ispirato a questo quadro qui per descrivere la scena del naufragio in Oceano mare. E’ incredibile la disperazione e la tensione che l’immagine esprime, colpisce come un pugno.

1 anno fa // paint - Géricault - + 6
  1. egocentricaindiretta ha rebloggato questo post da ple0nasmos
  2. tristezzadellaluna ha rebloggato questo post da ple0nasmos
  3. ple0nasmos ha rebloggato questo post da spleendiparigi
  4. postato da spleendiparigi